CHE COS’E’ IL LUA


Il Laboratorio Urbano Aperto è nato a San Cassiano (Lecce) nel 2001. Nell’ottobre 2005 si è costituito in associazione culturale con sede a San Cassiano, conservando la precisa volontà di mantenere e salvaguardare il carattere autorganizzato e spontaneo che ha accompagnato la sua nascita. Intorno al nucleo che formalmente è costituito dai fondatori dell’associazione, opera un gruppo eterogeneo di persone, costituito da diverse figure professionali, dall’architetto all’agronomo, dall’urbanista al funzionario pubblico, dal regista al comunicatore, dal sociologo al giornalista, dal filosofo e dall’esperto in scienze politiche al giurista, dal fotografo al musicista, dal professionista alla persona che ha a cuore i problemi del territorio, dall’esperto in animazione, partecipazione, mediazione a chi da sempre si adopera in vario modo e si spende per e all’interno della propria comunità, ai neofiti, ai visionari, ai realisti, tutti accomunati da una missione, che ciascuno modula e arricchisce in funzione del proprio retroterra culturale, disponibilità, sensibilità e competenze.

Di cosa si occupa il LUA

Uno dei proposti della progettazione partecipata è costruire processi che coinvolgano gli utenti finali dei progetti. Se il progetto è la città, il territorio, gli utenti sono gli abitanti. Il progetto è parte integrante del processo e dunque costruito collettivamente con l’apporto di più discipline e di punti di vista diversi.

Il Laboratorio Urbano Aperto affronta il tema della progettazione partecipata attraverso processi di visione e costruzione creativa dello spazio. Nel processo sono introdotti specifici pacchetti, kit e spazi artificiali di “pronto utilizzo creativo” che avvicinino e stimolino le persone coinvolte a partecipare con un approccio ludico e fattuale.

Il tentativo è di superare il concetto di partecipazione che produce consenso acritico adottando il potere della creatività che produce spazio e scenari futuri. Soggetto della progettazione partecipata è la persona. La persona vive il proprio spazio. Lo spazio è modificato dall’incontro con un’altra persona attraverso un processo di reciproca stimolazione creativa in forma di laboratorio.

Pertanto, data la natura multidisciplinare, le attività e i campi di sperimentazione del Laboratorio Urbano Aperto sono multiformi ed eterogenei ma con obiettivi molto precisi:

  • sperimentare, promuovere, fare progettazione partecipata, ricercando nuove relazioni tra il territorio e i suoi abitanti e/o ricostruendo rapporti storicamente persi e significativi per gli abitanti;

  • lavorare ai processi di trasformazione del territorio inserendo negli iter progettuali i laboratori di progettazione partecipata visti come strumenti capaci di produrre idee che influenzino e migliorino la pianificazione territoriale;

  • incentivare scambi culturali e promuovere la messa in rete di realtà che perseguano le medesime finalità, compresi enti pubblici e privati, associazioni culturali, consorzi, cooperative;

  • contribuire alla diffusione di approcci creativi ai processi partecipativi finalizzati alla promozione delle politiche di sviluppo del territorio, mediante strumenti e metodologie sempre rinnovati e dettati dai contesti sociali, economici, culturali e territoriali in cui si opera;

  • promuovere autonomamente (anche in collaborazione con privati cittadini, gruppi, enti e organizzazioni pubbliche) iniziative di studio, analisi, conoscenza e di sperimentazione, aventi per oggetto il territorio, il suo sviluppo e i suoi abitanti;

  • promuovere l’uso dei differenti linguaggi artistici e comunicativi come strumento di ricerca e di indagine sul territorio, di espressione e condivisione di sensazioni, pensieri e impressioni, che affiancati all’indagine tecnico-scientifica, favoriscono un approccio multivisuale alla complessità del territorio.

Ricominciare a immaginare, pensare, programmare, progettare il presente e il futuro del proprio quartiere, della propria città, del proprio territorio significa riappropriarsi di una pratica troppo spesso snaturata, spersonalizzata, decontestualizzata, fatta sprofondare nella burocrazia e allo stesso tempo, un modo per tornare ad essere e a sentirsi gruppo solidale, collettività, comunità.

Annunci

§ 6 risposte a CHE COS’E’ IL LUA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: